REGISTRATI GRATIS ORA
IT | EN
REGISTRATI GRATIS ORA

Amazon Pay: cos’è e come funziona

Posted by Marco Tibaldeschi 22/08/18 8.00
Marco Tibaldeschi

È noto a tutti che il processo di check-out è quello su cui si perde la maggior parte dei clienti e chi gestisce un sito di commercio elettronico sa quanto sia importante ottimizzare ogni singola percentuale di abbandono nel processo di check-out. Attualmente, infatti, il tasso di abbandono di un carrello è mediamente intorno a 7 utenti su 10 e questa emorragia è principalmente dovuta alla lunghezza del processo di check-out.

Forse non tutti sanno che Amazon da un po' di tempo a questa parte, mette a disposizione un servizio chiamato Amazon Pay (correlato ad un altro servizio chiamato "Login with Amazon") che va proprio nella direzione di aiutare a semplificare questo processo, permettendo al tuo sito di offrire alla gigantesca base utenti di Amazon un check-out ultra-rapido.

Cos'è Amazon Pay

Amazon stessa definisce il suo servizio un "portafoglio" (wallet): tutte le informazioni di pagamento e di spedizione già inserite dai clienti e gestite da Amazon sul suo marketplace, saranno utilizzabili degli utenti del tuo sito, senza doverle inserire nuovamente. Ciò significa che il tuo utente, dopo aver cliccato il bottone "Paga con Amazon Pay" (simile, per capirsi, a quello più famoso di "Accedi con Facebook"), potrà completare la transazione utilizzando le sue credenziali Amazon e recuperando tutte le informazioni già inserite.

Perché usare Amazon Pay

Così come già ora, probabilmente, utilizzi le funzionalità di "Accedi con Facebook", aprendo le porte ad Amazon Pay abiliti gli oltre 300 milioni di utenti attivi di Amazon in tutto il mondo a completare acquisti velocemente sul tuo sito.

Alcuni casi di studio pubblicati da Amazon, indicano che su certi clienti si è avuto un incremento del 34% nelle conversioni e di un checkout più rapido del 70%.

Le tariffe non prevedono costi fissi, ma semplicemente una commissione (fissa + percentuale) a transazione completata, attualmente pari a 0.35€ + 3.4%. È esattamente ciò che richiede PayPal per i nuovi profili.

Inoltre diversi grossi brand nel mondo e in Italia stanno già accettando Amazon Pay che, non a caso, sta diventando un player importante nel panorama dei pagamenti online. In Italia, ad esempio, sia OVS che Moby lo stanno già accettando. Insomma, piano piano gli utenti potrebbero abituarsi a questo nuovo metodo di pagamento.

Come funziona il checkout

Il cliente, dopo aver riempito il carrello, troverà un bottone "Paga con Amazon Pay": cliccandolo, si aprirà una pop-up contenente la pagina di accesso per autorizzare Amazon a fornire al tuo sito l'accesso alle sue informazioni di spedizione e pagamento.

Una volta effettuato l'accesso, potrai mostrare sul tuo sito i box di Amazon contenenti gli indirizzi di spedizione e i metodi di pagamento configurati sull'account Amazon dell'utente. L'utente potrà ovviamente inserire nuovi indirizzi e nuovi metodi di pagamento. È importante segnalare che, fra i metodi di pagamento supportati da Amazon Pay, oltre alla carta di credito c'è anche il bonifico bancario. Queste informazioni saranno sempre gestite da Amazon e, quindi, gli addebiti saranno sempre effettuati da Amazon.

A quel punto Amazon, alla conclusione del checkout, autorizzerà il pagamento e manderà al tuo sito una notifica di avvenuto pagamento (un po' come funziona per PayPal).

Come fare ad iniziare ad accettare Amazon Pay

Fughiamo subito un dubbio: per accettare Amazon Pay NON è necessario né avere un account da venditore su Amazon, né vendere su Amazon (e quindi averne popolato l'inventario), né usufruire sei servizi di logistica di Amazon. Sono tutti mondi completamente separati. Anzi, se hai già un account Amazon collegato alla tua email, dovrai necessariamente usarne un'altra per poter creare il tuo conto.

Per creare l'account è necessario disporre delle canoniche informazioni aziendali (sede, numero di registrazione, partita iva) e dei documenti di identità dei responsabili aziendali. Il processo, a patto di avere le informazioni sotto mano, non richiede più di 5 minuti.

Quando sei pronto, inizia da qui!

Una volta registrato l'account questo sarà messo sotto verifica dal team di Amazon Pay. In qualche giorno, normalmente, l'account viene definitivamente attivato. Nel frattempo dovrai occuparti dell'integrazione tecnica. Se utilizzi una piattaforma "comune" (Magento, Prestashop, WooCommerce, nopCommerce...) trovi plugin già pronti: ti sarà sufficiente installarli e configurarli a dovere. Qui ti inserisco qualche link:

Se, invece, utilizzi una piattaforma meno diffusa oppure realizzata su misura per te, dovrai chiedere ai tuoi sviluppatori di integrarsi con le API di Amazon Pay.

In ogni caso il tuo sito dovrà necessariamente fare uso di un certificato SSL, cioè dovrà essere servito in HTTPS.

Conclusioni

Sono fortemente convinto che un'esperienza di checkout più rapida fornisca benefici a tutti. La capillare diffusione di PayPal ne è la dimostrazione lampante. Amazon Pay si inserisce sul mercato con una base utenti enorme e, soprattutto, già abituata e pronta ad acquistare.

Che ne dici? Abiliterai questo nuovo metodo di pagamento sul tuo sito? Fammelo sapere nei commenti!

Topics: Amazon

Articoli Recenti